Bassano, serata sulla legge sul biotestamento

Bassano del Grappa – L’amministrazione comunale di Bassano del Grappa, e più nello specifico l’assessorato ai servizi demografici, in collaborazione con la Ulss 7 Pedemontana ed assieme all’ Ordine dei notai, ha organizzato una serata informativa sulla legge 219 del 2017, conosciuta anche come “Legge sul biotestamento”. La serata è in programma per lunedì 25 marzo, in sala Tolio, con inizio alle 20.30. Interverranno il dottor Gio Batta Gottardi, presidente del Comitato di etica per la pratica clinica della Ulss 7 Pedemontana, e il notaio Sandro Grispigni Manetti, membro del Consiglio notarile.

La Legge sul biotestamento è in vigore dal 31 gennaio 2018 e, fra le altre particolarità che prevede, dà la possibilità ad ogni cittadino maggiorenne di esprimere le proprie volontà attraverso le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat). In realtà il principio fondamentale che la legge esprime è, in realtà, quello che il consenso, libero e informato, deve precedere qualsiasi trattamento diagnostico terapeutico nell’ambito della relazione di cura e fiducia tra paziente e medico.

“Interessa tutti i cittadini e tutte le fasce di età – si legge in una nota di presentazione dell’incontro -, anche se la possibilità concreta di depositare le Dat spetta solo alla persona maggiorenne, capace di intendere e volere. Essa, in previsione di una eventuale futura incapacità di autodeterminarsi può, attraverso appunto il biotestamento, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, comprese le pratiche di nutrizione e idratazione artificiali. E’ anche possibile indicare una persona di fiducia a cui comunicare le proprie volontà, delegandolo a parlare con i medici ed esprimere scelte di cura”.

Le Dat possono essere redatte dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle scelte e, per essere valide, vanno espresse in atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata, oppure con scrittura privata da depositarsi presso l’Ufficio di stato civile del comune di residenza. Si tratta di una legge che è stata attesa per molto tempo e che regola una materia estremamente delicata.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.