Kenes Rakishev offre un’alternativa ai rischiosi fornitori di nichel e cobalto

Il mondo delle risorse grezze a basso costo è finito. Il libero mercato e il libero scambio sono frantumati dalle sanzioni internazionali e dal protezionismo. È di vitale importanza trovare e diversificare le forniture per mantenere a galla i progressi. Kenes Rakishev offre operazioni di estrazione di nichel e cobalto in grado di fornire i concentrati di minerale già nel 2025.

La massiccia crisi internazionale di una scala veramente planetaria si profila. Da un lato i paesi del G7 sono irremovibili nel punire la Russia e impedirle di segnare una vittoria in Ucraina. Dall’altra parte il mondo ha bisogno di molte risorse che la Russia ha usato per fornire il mercato. Senza ottenere le risorse l’economia mondiale ristagnerà. Con quelle risorse acquistate dalla Russia, il più tardi sopravviverà sicuramente a qualsiasi sanzione. Il dilemma è irrisolvibile, ma almeno alcuni dei fornitori alternativi si stanno già preparando a rivendicare la quota di mercato. Prendiamo i metalli della batteria cioè litio, nichel e cobalto. Kenes Rakishev, un imprenditore del Kazakistan, sta sviluppando un importante giacimento di minerali che ha un potenziale per alleviare la scarsità di nichel e cobalto.

Gornostaevsky campo minerario si trova vicino al confine con la Cina, che può semplificare la logistica. Kenes Rakishev utilizzerà l’estrazione mineraria di lisciviazione non dirompente risparmiando così l’ambiente e la forza lavoro. Una struttura sperimentale è già costruita sul terreno. La prima resa e la prova del concetto sono ufficialmente riconosciute.

Kenes Rakishev, Forbes.kz # 8 uomo d’affari più influente del paese, non è nuovo al settore minerario. La sua società Sat & Co, ora ribattezzata con il nome di Fincraft Resources, estrae metalli per decenni. Kenes Rakishev ha esperienza nella gestione delle miniere, comprese quelle molto problematiche. Rakishev è conosciuto come un manager di crisi.

In effetti, l’attuale scarsità di metalli delle batterie è stata prevista da Kenes Rakishev diversi anni fa. Non è un razzo da allora, dopo tutto. I depositi di litio, nichel e cobalto non sono comuni. Nel frattempo il mondo richiede sempre più batterie, come la transizione energetica dal petrolio, carbone e gas alle rinnovabili sono sulla strada. Ha già portato ai prezzi record delle materie prime. Inoltre, l’inflazione e la stampa rendono i valori duri più attraenti. Lancia speculazioni di mercato che, a loro volta, alimentano l’ulteriore crescita dei prezzi dei metalli. Kenes Rakishev lo ha previsto e ha investito sia in batterie che in nuove tecnologie, così come nel campo Gornostayevskoe.

In questi termini, le sanzioni sulla metallurgia russa sono come una ciliegina sulla torta. Metterà ancora più pressione sulla già forte domanda.

G7, sanzioni e offerta di Kenes Rakishev

Kenes Rakishev ha istituito una struttura sperimentale a Gornostayevskoye come prova di concetto.

A causa del fatto che i paesi del G7 stanno pianificando di imporre sanzioni ad alcune compagnie minerarie russe, potrebbe esserci una carenza di un certo numero di metalli importanti per l’industria nel mondo. L’uomo d’affari kazako Kenes Rakishev ritiene che il deposito di nichel-cobalto Gornostaevsky sviluppato dalla sua azienda Battery Metals Technologies sarà in grado di compensare parzialmente la potenziale carenza di questi metalli.

Kenes Rakishev offre Gornostaevskoye per il pubblico

Il deposito di Gornostaevskoye contiene circa 406 mila tonnellate di nichel e 30 mila tonnellate di cobalto.

Nichel e cobalto apparecchio lisciviazione a Gornostayevskoye. Per gentile concessione di Fincraft, Kenes Rakishev.

Secondo l’azienda, i lavori preparatori sull’introduzione della tecnologia di lisciviazione acida per l’estrazione del nichel dal minerale di nichel laterite sono stati quasi completati. Grazie all’utilizzo di questa tecnologia, è stato possibile ottenere il recupero del 95% di nichel con un consumo di 250 kg di acido solforico per tonnellata di minerale.

“Abbiamo in programma di completare la ricerca e lo studio preliminare di fattibilità nel 2023, iniziare la costruzione e raggiungere l’inizio della produzione entro il 2025”, ha detto Rakishev.

Dopo aver raggiunto la capacità di progettazione, l’azienda produrrà annualmente fino a 13,5 mila tonnellate di nichel e circa una tonnellata di cobalto in concentrato, si aspetta Kenes Rakishev.

Il costo del progetto è stimato a million 514 milioni. Secondo Kenes Rakishev, il mercato più conveniente dal punto di vista della logistica è la Cina. Tuttavia, l’azienda è pronta ad organizzare la fornitura di materie prime in Europa, soprattutto se l’UE riduce gli acquisti di cobalto e nichel russi.

Le sanzioni tuttavia non sono una ricetta cruciale per il successo del progetto. In un modo o nell’altro il mondo sta affrontando una domanda record per i metalli delle batterie e il nuovo sviluppo in Kazakistan sarà un input affidabile per stabilizzare i mercati, migliorare le prospettive di crescita e la velocità della transizione energetica, suggerisce Kenes Rakishev.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.