Intitolata a Matteo Miotto la nuova piastra sportiva di via Trentino

Intitolata a Matteo Miotto la nuova piastra sportiva di via Trentino a Thiene.

Sarà dedicata dall’Amministrazione Comunale a Matteo Miotto, sabato 24 luglio prossimo alle ore 10.30, la Piastra Sportiva Polivalente di via Trentino, riqualificata con i recenti lavori che hanno ampliato l’area esistente e risalente a metà degli anni ’90 del secolo scorso, già dotata di campo di basket e campo di calcio con attigui spogliatoi, di altre tre aree attrezzate, rispettivamente per il Parkour e il Calisthenic, per lo Skate e per il calcio a Cinque.
Si tratta di un intervento attuato nella prima metà del 2021 per un importo di circa 150mila euro, che si avvale, quasi per la metà, di un finanziamento regionale.
Matteo Miotto, thienese, Primo Caporal Maggiore del 7° Reggimento Alpini di Belluno, era nato a Thiene nel 1986. Partecipando alla Missione NATO ISAF in Afghanistan, perse la vita il 31 dicembre 2010 in seguito alle ferite riportate in uno scontro a fuoco, a Buji, nella valle del Gulistan. Per il suo eroismo gli sono state riconosciute la Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito e la Croce d’Onore.
L’intitolazione dell’area a Matteo Miotto è stata proposta dal Sindaco, Giovanni Casarotto, e subito accolta sia dai genitori di Matteo che, all’unanimità, dal Consiglio Comunale nel marzo 2021, essendo uno spazio dedicato ai giovani, come lo era Miotto, e nel quartiere da cui era originario.
La cerimonia si terrà nel rispetto delle normative di contrasto e prevenzione del Covid-19.

Si invitano le SS.LL. alla cerimonia di intitolazione della Piastra Sportiva Polivalente al Primo Caporal Maggiore, Matteo Miotto.
L’evento si svolgerà sabato 24 luglio 2021 alle ore 10.30, nel rispetto della normativa anti Covid.

Onore al Caporal Maggiore Matteo Miotto

Era in forza al 7/o reggimento alpini di Belluno il caporal maggiore Matteo Miotto, il militare ucciso oggi da un cecchino mentre era in servizio all’interno della base avanzata ‘Snow’ nella valle del Gulistan. Miotto, 24 anni, veneto di Thiene, si trovava in Afghanistan da luglio. Assieme agli uomini del suo reparto e a una componente del genio era impiegato nella Task Force South East, la task Force italiana che dal primo settembre ha iniziato ad operare nell’area al confine con l’Helmand.
Il militare si trovava in una torretta di guardia all’interno di una base nella valle del Gulistan, quando è stato colpito. Assieme agli uomini del suo reparto e a una componente del genio era impiegato nella Task Force South East, la task Force italiana che dal primo settembre ha iniziato ad operare nell’area al confine con l’Helmand.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.