“TREVISO 1945. RESURREZIONE DI UNA CITTÀ”

Proiezione evento social del film-documentario di Mazzarin e Sartoretto
TREVISO – Nella cornice delle iniziative per i 110 anni della Camera del Lavoro di Treviso, venerdì 2 aprile, dalle ore 17, in occasione dell’anniversario del bombardamento di Treviso del 7 aprile 1944, la CGIL di Treviso ospita sui suoi canali social (pagina Facebook e canale YouTube) un evento online, tutto dedicato alla memoria, che vedrà la proiezione del film documentario “Treviso 1945. Resurrezione di una città” e gli interventi (prima e dopo la proiezione) dei testimoni diretti di quel tragico periodo storico, Luciana Cervellin e Dino Sponchiado, allora partigiano, e successivamente di Giuliano Varnier, presidente ANPI Treviso, e dell’ing. Giorgio Prati dell’Associazione Volontari della Libertà, insieme ai registi e al segretario generale della CGIL Treviso Mauro Visentin.Il 7 aprile del 1944 era un venerdì, il venerdì santo. Quel giorno il cielo sopra Treviso si dipinse di nero e la città fu bombardata dalle truppe alleate.
Sotto la pioggia di due migliaia bombe caddero vittima dell’incursione aerea circa 1.500 civili e devastanti furono le ferite riportate al patrimonio architettonico dell’urbs picta.A distanza di oltre 70 anni a raccontare quel tragico momento della storia della Marca, attraverso il racconto inedito e diretto di chi lo ha vissuto sulla propria pelle, sono Veronica Mazzarini e Giancarlo Sartoretto con il loro film-documentario “Treviso 1945. Resurrezione di una città” prodotto da Sophia Film.
Un racconto diviso in due parti che ripercorre un periodo tanto drammatico quanto decisivo: dal bombardamento del 7 aprile 1944 ad alcuni episodi della Resistenza nel Trevigiano, fino alla Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.