A FARRA DI SOLIGO 24 ORE DI PREGHIERA PER LA FINE DELLA PANDEMIA

Via Crucis itinerante con la reliquia della Santa Croce
FARRA DI SOLIGO – Le comunità parrochiali solighesi si mobilitano per invocare la fine della pandemia, con una vera e propria “24 Ore per  il Signore”. L’iniziativa è cominciata con la Santa Messa delle 8, venerdì 12 e l’Adorazione Eucaristica fino alle ore 10 con la possibilità delle confessioni, in chiesa a Farra. Alle 10.15 è stata poi guidata dal parroco don Brunone, su suggerimento di alcuni collaboratori delle parrocchie di Farra e di Soligo, una Via Crucis itinerante con la benedizione della reliquia della Santa Croce sul popolo, sugli ammalati, gli operatori sanitari e le forze dell’ordine impegnate a vincere il virus. Ad ogni stazione della Via Crucis, ogni 15 minuti, si è pregato nella mattinata, partendo dalla piazza di Farra, dove era presente anche il sindaco Mattia Perencin, con le tappe successive a san Lorenzo, al Morer delle Anime, a Borgo Grotta, a san Tiziano, alla Madonna dei Broi e a Monchera.
Si è proseguito poi al pomeriggio dalle 15 in poi al capitello di san Michele, alla Chiesa dei santi Vittore e Corona, alla Madonna delle Grazie del centro parrocchiale, a san Gallo, alla Chiesiola, al capitello di sant’Antonio e al Tempietto di Soligo. Nessun assembramento, solo qualche fedele distanziato, ma molti altri hanno seguito da casa, questo appuntamento di devozione e preghiera, per chiedere la fine della pandemia. Alle 16 del sabato è ripresa l’Adorazione con le confessioni nella chiesa di Soligo fino alle 18.15, la benedizione col Santissimo Sacramento e la messa di orario vigiliare festivo: un’esperienza di preghiera da ripetere.
Diego Berti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.