LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE NELLA RUSSIA CHE VEDE LA RIPRESA

Nel 2020 esport da Treviso e Padova in calo, dopo il balzo del 2019
PADOVA/TREVISO – Un Pil che nel 2020 ha limitato i danni da Covid (-3,1%), quasi 150 milioni di abitanti in un Paese che ha beneficiato di relativa stabilità e minori restrizioni all’attività economica. La Russia è il 13° mercato di riferimento dell’Italia (4,4% del totale esportazioni). E uno dei pochi che sta tornando a crescere, grazie a misure fiscali e monetarie di sostegno all’industria che riporteranno l’occupazione ai livelli pre-Covid entro metà 2021.
L’export italiano in Russia vale 7,1 miliardi di euro, con una stima di crescita a 9 miliardi entro fine anno, 10 miliardi nel 2023 (fonte: Sace Simest). Nel 2020 le imprese di Padova e Treviso hanno esportato merci verso Mosca (12° mercato di riferimento) per un valore di 479,2 milioni (-10,1%), che rappresenta il 39,3% delle esportazioni del Veneto in Russia e il 6,7% dell’Italia. Una caduta in linea con il dato nazionale (-9,9%), condizionata dall’impatto della pandemia, ma che fa seguito al balzo pre-Covid: +7,3% nel 2019 (nonostante le sanzioni). A conferma di importanti opportunità di crescita in Russia. Anche grazie a incentivi fiscali e zone economiche speciali per l’attrazione di investimenti diretti esteri e partnership.
E’ proprio la Russia la protagonista del nuovo “Club Paese”, il ciclo di incontri di Assindustria Venetocentro riservato agli imprenditori associati, per facilitare la condivisione e il confronto di esperienze tra le aziende che hanno realizzato investimenti produttivi o commerciali in cinque mercati strategici (oltre a Russia, Cina, Emirati Arabi Uniti, Messico e Stati Uniti) e quelle che, al contrario, sono all’inizio di questo processo. L’incontro si terrà in modalità webinar mercoledì 17 marzo, alle ore 16.00, con la partecipazione di oltre 70 imprenditori e manager, per analizzare quali sono i settori più promettenti, i punti deboli e le opportunità del business italiano in Russia, le forme di partnership e di credito all’estero, con le testimonianze aziendali di Idrobase Group (Borgoricco) e Tegola Canadese (Vittorio Veneto) sulle strategie per affrontare il mercato russo e i cambiamenti post Covid.
L’incontro sarà aperto da Alessandra Polin, Consigliera Delegata di Assindustria Venetocentro per l’Internazionalizzazione. Seguiranno i contributi di Alfredo Gozzi, Direttore di Confindustria Russia e Mauro Galluzzo, Ceo IC & Partners Russia. A portare le testimonianze aziendali saranno Luciano Mazzer, Presidente di Tegola Canadese Spa, presente in Russia con uno stabilimento produttivo e Bruno Ferrarese, Co-fondatore di Idrobase Group Srl, operativa a Mosca con una filiale commerciale. Conduce l’incontro Roberto Corciulo, Presidente di IC & Partners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.