I RISTORANTI DELL’H-CAMPUS DI CA’ TRON AFFIDATI AGLI ALAJMO

Lo chef stellato e il fratello apriranno anche un loro locale e una pizzeria
RONCADE – Attenzione al territorio, ricerca, sperimentazione e innovazione: è a partire da questi valori comuni che nasce J-FARM, la nuova joint venture tra H-FARM e i fratelli Alajmo che si accingono a rilevare tutta l’offerta food di H-FARM Campus, il più importante polo dell’innovazione in Europa, alle porte di Venezia. Dall’iconica Serra, da sempre punto di riferimento di Farmers e visitatori, fino a Le Cementine, il primo ristorante aperto al pubblico di H-FARM, passando alla Pizzeria AL4, fino al fiore all’occhiello, il nuovissimo AMOR in Farm: Alajmo si occuperà della valorizzazione dei locali presenti all’interno del Campus, contribuendo al loro riconoscimento nazionale e alla generazione di valore per tutto il territorio.La sfida di aprire in un contesto così diverso da quello consueto al Gruppo nasce dal desiderio dei fratelli Alajmo di investire una parte della società nei giovani, nel futuro e nell’innovazione. “Da tanto tempo con Massimiliano volevamo poter intervenire nella cultura alimentare dei ragazzi che un domani saranno i clienti e la società del futuro”, spiega Raffaele Alajmo.“La cura dei dettagli, la passione, il senso di responsabilità verso la sostenibilità, la ricerca, la volontà di crescere sempre, il loro essere tradizionali ma anche globali, il loro essere una grande famiglia: sono tutti elementi che compongono la ricetta eccellente di Max, portata al mercato in modo straordinario da Raf sotto lo sguardo saggio ed esperto di papà Erminio. È stato impossibile non pensare aloro quando abbiamo deciso di esternalizzare i servizi di ristorazione del Campus. Ero cosciente di chiedere la luna, il sogno si è avverato. Max è un artista e sono certo che il suo influsso si sentirà tanto, aggiungendo magia all’esperienza dei nostri clienti e di tutti visitatori che vengono da noi per trovare delle soluzioni, per formarsi o per inventare qualcosa. Il campus, finita la pandemia, diventerà un luogo aperto a tutti. Un luogo dove passeggiare, fare sport, studiare e oggi anche degustare cose straordinarie parlando di futuro, del futuro dei giovani che in questi mesi è stato sacrificato troppo e che deve essere rimesso violentemente al centro di tutti i nostri pensieri perché non c’è nulla di più importante di loro”, dichiara Riccardo Donadon, fondatore di H-FARM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.