VENEZIA: IMPENNATA DI PRENOTAZIONI NEL WEEKEND DI SAN VALENTINO

Grandi alberghi occupati al 70% nella giornata di sabato
VENEZIA – Impennata di prenotazioni a Venezia nel fine settimana di San Valentino. Nei grandi alberghi del centro storico, l’indice di occupazione ha sfiorato il 70% nella giornata di sabato, come rileva Salvatore Pisani Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Venezia.“Un segnale di fiducia si coglie dall’analisi dei dati del weekend appena trascorso, nel quale abbiamo assistito all’arrivo di visitatori provenienti non soltanto dal Veneto ma anche dall’estero, in primis francesi e svizzeri – commenta Pisani –. A incoraggiare gli spostamenti, l’apertura dei musei e il desiderio di tornare ad ammirare le bellezze di Venezia.
Nonostante il Carnevale non sia stato celebrato come da tradizione, San Valentino ha senz’altro conferito un impulso significativo al settore ricettivo.
Si tratta di un piccolo segno di ripartenza, come ha evidenziato anche l’assessore al Turismo del Comune di Venezia Simone Venturini. Ora è necessario continuare a lavorare in sinergia, insieme anche alle altre città d’arte d’Italia, per favorire il proseguimento di questa fase di ripresa”.Nel mese di dicembre Salvatore Pisani, insieme ai suoi omologhi di Confindustria Firenze e Unione Industriali Napoli, Stefano Rosselli e Giancarlo Carriero, aveva rivolto un appello al Governo, chiedendo maggiore attenzione e supporto ai centri storici.“L’intesa tra città d’arte – prosegue Pisani – rappresenta un importante punto di partenza per collaudare nuove politiche di rilancio del comparto, anche attraverso le risorse del Recovery Fund. A questo proposito, desidero esprimere soddisfazione per l’istituzione del Ministero per il Coordinamento di iniziative nel settore del turismo, guidato da Massimo Garavaglia. La creazione di un dicastero apposito potrà senz’altro favorire una ripresa più rapida ed efficace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.