GIOVANI CONCERTISTI CRESCONO A TREVISO

Al via il progetto Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta
TREVISO – Presentato a Ca’ Sugana il progetto “Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta” per rispondere alla necessità di valorizzare le giovani eccellenze musicali formatesi in ambito veneto e promuovere il loro inserimento in un percorso che costituisca un ponte tra l’esperienza di alta formazione artistica e il lavoro in qualità di professore d’orchestra.
Il progetto, lanciato dall’Associazione Orchestra Regionale Filarmonia Veneta in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Treviso e la Regione del Veneto, desidera offrire un’esperienza professionale e formativa a tutti i giovani strumentisti veneti che saranno chiamati a superare una prova di idoneità per essere ammessi alle attività del progetto “Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta”. Per ogni candidato giudicato idoneo sarà messa a disposizione una borsa di studio annuale.
Il percorso si svilupperà attraverso lo studio e l’approfondimento dei repertori che saranno scelti per le produzioni concertistiche e operistiche che l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta sarà chiamata ad eseguire sul territorio regionale, nazionale ed estero. Le audizioni saranno rivolte a tutti i giovani musicisti di età compresa tra i 16 e i 27 anni iscritti ai corsi accademici di primo e secondo livello dei Conservatori della Regione del Veneto, ai corsi di livello superiore dei Licei musicali presenti nel territorio regionale, agli allievi di livello superiore delle Istituzioni di formazione musicale riconosciute e a tutti i giovani strumenti in possesso di diploma accademico di primo, secondo livello e vecchio ordinamento residenti nella Regione del Veneto.
«Non è stato facile in pieno periodo pandemico trovare la concentrazione e il coraggio di lanciare un progetto culturale ed artistico di carattere storico per il nostro Veneto», dichiara il maestro Cristian Ricci, neo direttore artistico dell’orchestra. «Di fatto nasce un nuovo organismo musicale professionale regionale che sarà composto dal florilegio dei nostri giovani strumentisti veneti. Grazie alla fiducia e alla lungimiranza dell’Amministrazione comunale di Treviso, che accoglierà e promuoverà le attività dell’Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta e al convinto sostegno della Regione del Veneto, è stato possibile trovare lo slancio per tendere fattivamente la mano verso i molti giovani diplomati dei nostri conservatori». «Sono infatti convinto», prosegue Ricci, «che mai come in questo periodo abbiamo necessità di un radicale cambiamento di rotta nel settore della cultura e delle arti e che esso debba necessariamente passare attraverso l’offerta di nuove opportunità lavorative»
«C’è un legame particolare fra la Città di Treviso e l’orchestra Regionale Filarmonia Veneta che, quest’oggi, si rafforza ancora di più con la nascita di una formazione giovanile che vuole essere una fucina di talenti, di professionisti e di ambasciatori di arte, armonia e bellezza», sottolinea il sindaco Mario Conte. «Ringrazio tutti gli attori che hanno voluto fortemente questo nuovo progetto con la nostra Amministrazione, dalla Regione Veneto ai maestri Ricci, Titotto e Barbaro che hanno voluto intraprendere questo percorso di collaborazione».
«Si tratta di un accordo molto importante perché da un lato rende più solido il sodalizio tra la Filarmonia e la Città di Treviso e dall’altro, investendo sui giovani musicisti, si dà concretezza a un progetto che va nella direzione di far tornare la musica centrale per la città e i suoi giovani cittadini», afferma l’assessore ai Beni Culturali e Turismo del Comune di Treviso, Lavinia Colonna Preti. «Un plauso in particolare a Cristian Ricci che a poco tempo dall’inizio del suo ruolo ha già ottenuto importanti successi. Come amministrazione siamo orgogliosi di avere il Maestro nella squadra che sta lavorando con visione e competenza per la Treviso del futuro».
Galleria fotografica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.