MESTRE, INSULTI IN LATINO AL LICEO MORIN

Frasi sessiste e blasfeme scritte con la vernice
MESTRE – Il fatto è avvenuto al Liceo Scientifico Statale “Ugo Morin” di Mestre, dove il personale all’apertura delle porte si è ritrovato uno spettacolo decisamente indecoroso. Qualcuno, con della vernice blu, aveva ricoperto di insulti e bestemmie l’ingresso della scuola, oltre ad aver disegnato organi genitali maschili e femminili. Una bravata da adolescenti, piuttosto penosa visti i contenuti del messaggio, con tanto di fasci littori e inni al fascismo. Scritte offensive in latino, non solo all’ingresso,ma anche in altre zone della scuola, comprese alcune aule all’interno. E oltre alla vernice, hanno svuotato anche sacchi di calce davanti alla porta.
Sul posto, sono arrivate le volanti della polizia di Stato per i rilievi. Si cercherà di capire, anche delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, se qualche filmato possa aver incastrato gli autori. L’ipotesi più probabile è che si tratti di studenti o ex studenti del liceo stesso. Un atto grave, che non può trovare alcun tipo di giustificazione, commesso a scuola chiusa, in un momento in cui le lezioni si svolgono a distanza. E il Liceo Morin, purtroppo, non è nuovo a bravate di questo tipo: nel 2019 c’erano stati episodi di porte sigillate, scritte sui muri e numerose biciclette rubate.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.