FATTURE FALSE NELL’ABBIGLIAMENTO, DENUNCIATO UN UOMO DI MARENO

L’ammontare delle false fatturazioni è di 24 milioni
TREVISO – I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza hanno concluso, nei giorni scorsi, la complessa operazione di polizia economico-finanziaria denominata “Aracne”, eseguendo un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per un importo superiore a 3,5 milioni di euro emesso dal GIP presso il Tribunale di Vicenza a seguito di indagini coordinate dalla locale Procura della Repubblica. Nel corso dell’attività sono stati denunciati P.P., 56enne di Bassano del Grappa (VI), e M.A., 48enne di Mareno di Piave (TV). L’attività investigativa trae origine dalla mirata attività di intelligence condotta dal Gruppo di Bassano del Grappa mediante gli strumenti informatici operativi a disposizione della Guardia di Finanza, finalizzata a contrastare il fenomeno evasivo perpetrato mediante frodi nelle fatturazioni. Le preliminari analisi del fenomeno hanno permesso di intercettare un complesso meccanismo di fatturazioni fittizie tra diversi soggetti economici che hanno emesso ed utilizzato, dal 2015 al 2019, un giro di fatture false per circa 24 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.