PONTE NELLA PRIULA: 23ENNE INTOSSICATO DAL MONOSSIDO

Ora il giovane è alla camera iperbarica di Mestre
TREVISO – Un altro caso di intossicazione da monossido di carbonio. Dopo quello accaduto la settimana scorsa a San Biagio, nel pomeriggio poco prima delle 15 è avvenuto un episodio analogo a Ponte della Priula. Protagonista un senegalese di 23 anni, ospite di un marocchino, trovato esanime in un appartamento a causa delle esalazioni di un braciere usato per riscaldamento. Il giovane è stato prima ricoverato all’ospedale di Conegliano quindi trasferito in gravi condizioni alla camera iperbarica del nosocomio di Mestre.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.