INCENDI DOLOSI, ESTORSIONI E SPACCIO: 7 ARRESTI A SAN DONÀ DI PIAVE

Minacce e atti intimidatori per mancati pagamenti di partite di droga
SAN DONA’ DI PIAVE – I carabinieri di San Donà di Piave hanno arrestato 7 persone a conclusione di un’inchiesta della Procura lagunare per incendi dolosi, estorsioni e spaccio di droga. All’operazione sono impegnati anche i militari delle Compagnie di Portogruaro, Mestre e Chioggia, del 4/o Battaglione “Veneto”, e delle unità cinofile del Nucleo di Torreglia (Padova).Le indagini, alle quali ha contribuito il Ros, sono iniziate dopo due atti intimidatori a San Donà, a gennaio e settembre 2020, nel corso dei quali erano stati incendiati due furgoni di una ditta nel settore dell’assemblaggio di minuterie metalliche.I carabinieri hanno, tra l’altro, raccolto gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico degli indagati, individuando in un 48enne l’esecutore materiale degli incendi e in un 55enne il mandante per un vecchio credito mai onorato.L’estorsione ha visto coinvolti altri indagati responsabili di gravi e pressanti minacce alla vittima. Nel corso dell’indagine si è appurata, inoltre, la presenza di un’altra persona, sottoposta a richieste di estorsione per un mancato pagamento di una partita di droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.