STOP ALL’INCURIA DELLE PROPRIETÀ IMMOBILIARI A TREVISO

Il sindaco Conte firma due ordinanze a tutela del decoro urbano
TREVISO – Saracinesche imbrattate con simboli indecorosi, tavole di legno divelte, vegetazione infestante, serramenti deperiti e calcinacci sopra il tetto, e poi vegetazione rampicante, sacchetti di rifiuti e sporcizia di vario genere.
Questa la situazione di criticità in due immobili situati lungo strada Terraglio a Treviso che ha portato il sindaco Mario Conte a firmarealcune ordinanze, provvedimenti invitano i proprietari di immobili a ripristinare le normali condizioni di sicurezza sanitaria dei propri fabbricati e degli spazi verdi adiacenti.
L’ordinanza del sindaco ordina di avviare entro 20 giorni il ripristino delle recinzioni divelte, l’esecuzione delle opere di pulizia dell’area da rifiuti e il taglio degli arbusti e dell’erba su tutta l’area oltre all’invio al Comando di Polizia Locale di Treviso, entro 45 giorni, di un cronoprogramma per la manutenzione dell’immobile o, in alternativa, di procedere alla copertura su tutti i lati dello stesso con apposite strutture a norma di legge. «È la prima volta che viene emessa un’ordinanza che invita a ripristinare le normali condizioni di decoro in una proprietà privata», spiega il sindaco Mario Conte. «Questo tipo di provvedimento si è reso necessario, all’esito dei sopralluoghi effettuati dalla Polizia Locale, per garantire la tutela dell’ambiente, della salute, del decoro e della vivibilità urbana. La Città può essere più bella, vivibile e accogliente se i proprietari degli immobili, anche se non abitati, li mantengono in uno stato consono e rispettoso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.