MURA DI TREVISO, PIANO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Pronta una prima serie di interventi per 260mila euro
TREVISO –  Un primo programma di manutenzione straordinaria, da 260mila euro, partirà a breve. Non solo, il Comune di Treviso destinerà somme pari al 10% delle entrate derivanti dagli oneri di costruzione per progettare e realizzare interventi di recupero delle Mura. La giunta ha inserito i relativi importi nel bilancio di previsione, stabilendo anche di mettere in atto iniziative per ricercare contributi e finanziamenti, nonché promuovere e diffondere modelli di partenariato pubblico privato, sponsorizzazioni, ArtBonus e altre forme di coinvolgimento di soggetti privati, che possano partecipare ai progetti di salvaguardia del sistema murato cittadino. «L’iniziativa esprime la volontà politica di destinare con continuità nel tempo, le somme e le proposte utili a potere porre in essere progettualità presenti e future, volte alla conservazione, valorizzazione e tutela del sistema monumentale cinquecentesco della città di Treviso», afferma l’assessore all’Urbanistica Linda Tassinari che ha promosso la misura. «Ciò avviene – nota Tassinari – in continuità con le iniziative già avviate nel 2019, tramite l’adesione all’ “Associazione delle Città murate del Veneto”».«Questo percorso virtuoso integra azioni strutturali che abbiamo messo in campo perché riteniamo che il recupero delle mura sia centrale nella politica della nostra amministrazione – aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici Sandro Zampese – Fra pochi giorni incontreremo la Soprintendenza per la partenza del progetto di recupero integrale delle mura di Treviso, per il quale abbiamo stanziato in via preliminare 100 mila euro e, a seguire, 160 mila euro per l’individuazione di interventi codificati per un approccio coerente alla manutenzione straordinaria delle Mura anche sulla scorta dei precedenti lavori di restauro effettuati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.