TRENTA UCCELLI PROTETTI CATTURATI NELLE RETI, DENUNCIATO BRACCONIERE

L’uomo aveva teso le troppole nei terreni vicino a casa
FARRA DI SOLIGO – Nuova operazione anti bracconaggio della Polizia Provinciale di Treviso per la tutela del patrimonio faunistico locale. Proprio ieri, gli agenti provinciali hanno sorpreso nel territorio comunale di Farra di Soligo un bracconiere intento a praticare uccellagione, tramite l’utilizzo di reti e trappole specifiche per la cattura dell’avifauna, tese all’interno dei terreni confinanti con la sua abitazione. Gli agenti hanno dunque denunciato l’uomo, un sessantenne residente a Farra di Soligo, sequestrandogli circa una trentina di uccelli, alcuni dei quali appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Berna come Pettirossi e Passere Scopaiole e altri volatili appartenenti alla famiglia dei fringillidi.
Galleria fotografica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.