TERMOSCANNER, APP E DRONI PER SCOVARE I LADRI

La Polizia locale di Treviso dichiara guerra tecnologica ai furti
TREVISO – Termocamere e una app sperimentale: la Polizia locale punta sulle nuove tecnologie per bloccare i ladri.Il Comando di via Castello d’Amore ha messo a punto un apposito piano per prevenire e arginare il fenomeno dei furti, che, con l’arrivo dell’autunno, aumenta in modo sensibile, soprattutto a partire dal mese di novembre. «Abbiamo pianificato una serie di iniziative e servizi mirati al contrasto di questi reati, ritenuti a torto di micro-criminalità – spiega il comandante Andrea Gallo – Sempre più spesso rischiano di diventare atti criminosi soprattutto se il furto si trasforma in rapina. Le azioni pensate, progettate e pianificate riguardano il controllo preventivo del territorio mediante posti di controllo dalle 17 alle 22, orario durante il quale viene registrato il maggior numero di furti in abitazione».A ciò si aggiungono degli interventi del tutto innovativi, come l’utilizzo di termocamere, non solo per i controlli “a terra”, ma anche con la possibilità di montarle sui droni, già in dotazione alla Municipale trevigiana, per una sorveglianza dall’alto. Un novità in tutta Italia è l’uso di una applicazione per smartphone e tablet, denominata “TrevisoSicura” che permetterà la mappatura dei furti a cura del Nucleo di Polizia Giudiziaria del Comando. Per garantire l’efficacia della app sarà determinante la collaborazione dei cittadini che dovranno comunicare l’avvenuto furto (per la segnalazione bastano pochi passaggi) e la denuncia alle Forze di Polizia.
Inoltre, dal primo ottobre, entrerà in servizio anche una nuova figura, del “Security Manager” che dovrà, tra le altre sue funzioni, gestire al meglio il sistema di video-sorveglianza, rapportandosi di continuo con le altre forze dell’ordine e coordinando gli addetti al sisteme in  occasione di eventi o giornate più a rischio, oltre ad organizzare incontri con la popolazione sulla sicurezza urbana.
«La sicurezza dei cittadini continua ad essere una nostra priorità – sottolinea il sindaco di Treviso Mario Conte – In questo senso, la tecnologia e la collaborazione con gli utenti, attraverso la App sperimentale TrevisoSicura, può rappresentare una soluzione importante per contrastare le azioni criminose. Con la stagione autunnale verranno effettuati ulteriori pattugliamenti nei quartieri. Inoltre, saranno fondamentali i sistemi di lettura targhe e i controlli specifici nei parchi e nelle aree verdi per prevenire furti in abitazione, rapine o, più in generale, le situazioni di degrado».
Galleria fotografica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.