TREVISO, 35 GIOVANI MULTATI PER MANCATA MASCHERINA DOPO LE 18

Individuati dalla Polizia locale in centro
TREVISO – Nella serata venerdì 18 settembre, la Polizia Locale di Treviso ha perlustrato il centro per verificare il corretto utilizzo della mascherina: trentacinque giovani sono stati sanzionati per la violazione dell’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale previsto dopo le 18.
I controlli sono stati estesi anche in altre zone del centro con l’identificazione di altri giovani che non rispettavano il distanziamento sociale e non indossavano la mascherina.
«Dopo le segnalazioni giunte la settimana scorsa per la presenza di molti giovani, in particolare in Piazzetta Monte di Pietà, che stavano tutti assembrati senza adottare alcuna protezione, abbiamo concentrato la nostra attenzione proprio in quella zona e una ventina di giovani sotto i 30 anni sono stati identificati e sanzionati», dichiara il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «L’attività è proseguita anche in altre zone del centro storico dove è stato rilevato il mancato rispetto delle norme da parte di 15 ragazzi in tre gruppetti distinti». Per tutti è stata elevata la sanzione da 400 euro, come previsto dalla normativa anti Covid-19.
L’attività serale e notturna della Polizia Locale è proseguita fuori Mura e nei quartieri: quattro cittadini di origine marocchina sono stati fermati e sanzionati verso le tre di stanotte vicino allo stadio perché ubriachi. Sanzione che è stata elevata anche nei confronti di una ragazza italiana di 23 anni, trovata in Piazza dei Signori in evidente stato di ebbrezza. Controlli con il tele-laser anche in tangenziale e sul Put dove non sono state elevati verbali in quanto tutti in regola, mentre in tangenziale due conducenti sono stati fermati e sanzionati in quanto viaggiavano a 120 km/h: «Una delle persone fermate era una ragazza di 20 anni, neopatentata, trovata anche in stato di ebbrezza – spiega il comandante Gallo – Per lei è scattata la decurtazione di 26 punti dalla patente, immediatamente ritirata».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.