RIVINCITA BENETTON RUGBY: ZEBRE BATTUTE 16-9

Mattatore del match Monty Ioane con due mete
PARMA – Per il 15esimo round e l’ultima gara della lunghissima stagione 2019/2020 di GuinnessPRO14, il Benetton Rugby fa visita alle Zebre nella “gara 2” dei derby agostani contro la franchigia federale. Al Lanfranchi di Parma – a porte chiuse – i Leoni vogliono chiudere bene la competizione celtica, mantenere il quinto posto nella Conference B dall’assalto di Cardiff e riscattare la sconfitta dello scorso venerdì patita proprio con i Ducali. Nel primo tempo la truppa biancoverde è come un diesel. All’alba del parziale le Zebre sono pericolose, poi però Allan e compagni alzano i giri del motore e con un pack in gran spolvero conquistano punizioni e metri, impensierendo a dismisura la difesa dei Ducali con Ioane mattatore. Nella seconda frazione gli uomini di Crowley resistono, soffrono il giusto e non danno alcuna possibilità alle Zebre di rimontare. Il calcio di Keatley permette infatti al Benetton Rugby di conservare il break di vantaggio e i Leoni vincono 16-9 il derby di fine stagione. Inizia il match e le Zebre al 4′ guadagnano una punizione da posizione vantaggiosa per un tenuto su Ioane. La franchigia di casa va per i pali e l’ex Rizzi ingrassa il punteggio dei Ducali che vanno sul 3-0. Il Benetton Rugby vuole subito controbattere e alza i giri del motore. La prima mischia della gara vede i Leoni concentrati, dopo di ché al 13′ in una ruck Bigi non rotola via e i biancoverdi hanno un piazzato che Allan converte per il 3-3. Cinque minuti più tardi Lucchesi commette lo stesso fallo e Rizzi riporta le Zebre sopra di tre lunghezze dalla piazzola. Il Benetton Rugby però non demorde, la mischia è potente e prende un’ottima punizione. Si va in touche nei 5 metri avversari, Negri avanza a spron battuto e i Leoni hanno una superiorità numerica, Padovani serve l’ala sinistra Ioane che punta la bandierina e schiaccia la prima meta biancoverde al 21′. Allan è sfortunato dalla piazzola e centra il palo. I biancoverdi sono sul pezzo e acquisiscono vigore. Altra mischia debordante del Benetton Rugby che guadagna metri, poi Padovani e Tavuyara scappano alla difesa delle Zebre con due ottimi offload, i Leoni sono sempre più vicini alla linea delle mete delle Zebre. Brex è tambureggiante ed è vicinissimo a schiacciare l’ovale, ci penserà ancora Ioane, su rimorchio di Petrozzi, a siglare la seconda marcatura di giornata al 28′. Allan non centra i pali e all’intervallo i biancoverdi sono avanti 6-13. Nella ripresa gli uomini di Crowley cominciano provando ad allungare il vantaggio. La gara si fa nervosa perché entrambe le squadre vogliono la vittoria. Nei trevigiani entrano Braley e Keatley. Le Zebre hanno un piazzato al 47′ che Rizzi fallisce. Da lì è Barbini a salire in cattedra prima con un gran offload e poi propiziando un turnover che consente ai Leoni di avere una punizione. Keatley va in touche dentro i 22 metri dei Ducali. Si innesca una lunga multifase che porta il Benetton Rugby nei 5 dei padroni di casa. Così Bisegni al 56′ è costretto al cartellino giallo per continue penalità commesse dalle Zebre. Il match prosegue a intermittenza e al 66′ i parmensi effettuano un’altra penalità nel breakdown. Il neoentrato Keatley da lunga distanza non fallisce la punizione che vale il 16-6 per il Benetton Rugby.  La franchigia federale reagisce, Tavuyara fa in avanti volontario e Rizzi al 71′ calcia la punizione del 16-9. Crowley esaurisce tutti i cambi inserendo Alongi e Nemer in prima linea, mentre in precedenza erano subentrati in ordine Baravalle, Zanon e Zuliani. Gli ultimi minuti il Benetton mantiene prepotentemente il vantaggio e supera le Zebre 16-9, chiudendo la stagione 2019/2020 di GuinnessPRO14 con il sorriso.       

ZEBRE-BENETTON 9-16

ZEBRE 15 Jacopo Trulla, 14 Giulio Bisegni, 13 Federico Mori, 12 Carlo Canna, 11 Mattia Bellini, 10 Antonio Rizzi, 9 Marcello Violi (65′ Guglielmo Palazzani), 8 Renato Giammarioli (59′ Jimmy Tuivaiti), 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbandà (57′ Iacopo Bianchi), 5 Leonard Krumov, 4 Cristian Stoian, 3 Matteo Nocera (4o’ Giosuè Zilocchi), 2 Luca Bigi (Massimo Ceciliani), 1 Danilo Fischetti (45′ Daniele Rimpelli).A disposizione: 19 Lorenzo Masselli, 22 Tommaso Boni.Head Coach: Michael Bradley.BENETTON 15 Edoardo Padovani, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Benvenuti (59′ Marco Zanon), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (C) (40′ Ian Keatley), 9 Luca Petrozzi (40′ Callum Braley), 8 Marco Barbini, 7 Marco Lazzaroni, 6 Sebastian Negri (63′ Giovanni Pettinelli), 5 Riccardo Favretto (67′ Manuel Zuliani), 4 Niccolò Cannone, 3 Simone Ferrari (71′ Filippo Alongi), 2 Gianmarco Lucchesi (54′ Tomas Baravalle), 1 Cherif Traore (71′ Ivan Nemer).Head Coach: Kieran Crowley. 
MARCATORI 4′ p. Rizzi, 14′ p. Allan, 18′ p. Rizzi, 21′ meta Ioane, 28′ meta Ioane; 66′ p. Keatley, 71′ p. Rizzi.                                                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.