RECUPERATO IL CORPO DEL TURISTA ROMANO PRECIPITATO ALLA CASCATE DI FANES

Morto annegato: riaffiora dallacqua una settimana dopo

BELLUNO – Il corpo di Alfonso Maria Lostia, turista romano di 38 anni disperso in una pozza d’acqua alla base delle cascate di Fanes, nelle vicinanze di Cortina d’Ampezzo, in cui era caduto la vigilia di Ferragosto, è stato recuperato stamane dai vigili del fuoco. La salma è affiorata in superficie dopo essere stata trattenuta sul fondo della cavità da un vortice generato dalla caduta d’acqua della cascata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.